Сostipazione

Il materiale è tratto da un articolo della dott.ssa Elena Bakhtina.
Il tema del giorno: costipazione.

Sia i pazienti che i medici trattano il problema della costipazione in modo molto superficiale, cercando di «curare» con lassativi o fibre…

Cito alcune frasi del libro di K. Monastyrsky «Functional Nutrition»:

«Non sorprende che negli ultimi anni i casi di cancro del colon-retto siano aumentati del 1600%! Il cancro del retto è senza dubbio una conseguenza della stitichezza e della nutrizione moderna.

Illimitato, dai pannolini, l’uso di antibiotici per qualsiasi motivo, medicinali (in particolare quelli che riducono l’acidità nello stomaco), metalli pesanti negli alimenti, nell’acqua, nei materiali dentali, protesi di scarsa qualità, forti bevande alcoliche, pesticidi, erbicidi e antibiotici nella carne sono le principali cause di stitichezza e malattie del tratto gastrointestinale, comprese tutte le forme di cancro.»

Cosa fare?

1 L’intestino, l’organo muscolare, deve contrarsi, spingendo il cibo in avanti. Se il muscolo è flaccido, non ci sarà la peristalsi.

Calcoliamo l’assunzione giornaliera di proteine ​​e iniziamo a consumarlo.
Se sei una donna — 1 grammo per 1 kg di peso corporeo.
Se sei un uomo — 1,2 grammi per 1 kg di peso corporeo.
Se sei una donna che pratica sport — 1,2 grammi per 1 kg di peso corporeo.
Se sei un uomo che pratica sport — 1,6 grammi per 1 kg di peso corporeo.

ATTENZIONE!!! Questo è il calcolo delle proteine assimilate. E ciò che hai nel tuo piatto deve ancora essere digerito e assimilato).
Pertanto, una modifica al calcolo tenendo conto della capacità di assimilare: aggiungere un altro 50% al valore calcolato.

Dalla gamma dell’azienda NSP per arrivare alla norma giornaliera delle proteine:

— cocktail SYNERPROTEIN (18 grammi di proteine ​​di soia in un misurino senza dover aggiungere il 50% poiché è molto biodisponibile),
— Spirulina, fonte di proteine ​​facilmente digeribili e 8 aminoacidi essenziali.
— Pea Protein fornisce 13 grammi di proteine ​​vegetali in un misurino.

2 Ripristinare la microflora intestinale.

La buona microflora intestinale non solo fornisce potente sistema immunitario, digestione del cibo, assimilazione e sintesi di alcune vitamine, ma anche defecazione regolare.
L’integratore Pro B 11 contiene 11 ceppi batterici contenenti 12 miliardi di batteri buoni in una capsula.

I batteri si nutrono di carboidrati per sopravvivere e moltiplicarsi. Fortunatamente, non hanno bisogno di molto, un cucchiaio di riso cotto in acqua (evitando il glutine e il lievito), una mezza pera senza pelle o mezza banana daranno da mangiare all’intera colonia.
Nutrite i vostri batteri a stomaco vuoto, in modo che i carboidrati (zuccheri) non fermentino nel succo gastrico sulla strada per l’intestino.

Ma ancora meglio del riso, i batteri saranno nutriti da
— Loclo, un integratore di carboidrati complessi contenente la fibra di molta frutta e verdura. Prodotto eccellente per l’alimentazione di batteri «buoni» nell’intestino.

— Psillium. Lo psillio è una fibra derivata dalla buccia del seme di Plantago ovata. Ha la più alta percentuale di fibra solubile, otto volte più della crusca d’avena. Mangiare fibre solubili può aiutare le persone a normalizzare i livelli di colesterolo.

— Bowel build. Questa formula fornisce HC1 di betaina per migliorare la digestione nel tratto gastrointestinale superiore, psillio e clorofilla per fornire fibre e volume, che a sua volta favorisce il movimento intestinale.

3 Se non abbiamo abbastanza enzimi digestivi per digerire il cibo, allora le proteine non digerite del tutto e anche i carboidrati fermentano, formano i gas, il che non migliora la funzione intestinale. Quindi dobbiamo digerire il cibo senza residui.

Per fare questo, abbiamo bisogno di enzimi digestivi. Non appena il brontolio nello stomaco si è fermato, è sparito un brutto odore dopo la visita alla toilette, non è più necessario usare costantemente la spazzola per il water e il moto intestinale si è regolarizzato, abbiamo vinto.

Ci servono:
— papaia contenente la papaina, un potente enzima digestivo che svolge un ruolo chiave nei processi digestivi che scindono le fibre proteiche della carne, nonché nella disgregazione delle tossine.

— proactazyme che è un complesso avanzato di enzimi digestivi, a tutto spettro, prodotto da fonti vegetali. Aiuta a migliorare la digestione del cibo nello stomaco e la sua assimilazione.

Per potenziare l’attività enzimatica:
— Pepe / Aglio / Prezzemolo che migliora la digestione.

4 La stasi biliare è una causa comune di stitichezza. Dopo tutto, la bile irrita la parete intestinale, contribuendo alla sua contrazione.

Provate:
— Liver, contenente radici di bardana con un leggero effetto coleretico. 1 capsula con ogni pasto.

— Complesso Brain Protex, che contiene lecitina. Essa agisce delicatamente sulla secrezione della bile e non provoca il movimento dei eventuali calcoli. A proposito, l’aiuta anche il cervello a funzionare meglio e rafforza la memoria.

5 La stitichezza è spesso provocata dalla disidratazione. Ce n’è così poca l’acqua nell’organismo che il colon l’assorbe tutta dal contenuto dell’intestino fino all’ultima goccia.
Bevete acqua! La stitichezza è il risultato della disidratazione.

Inoltre, se l’acqua è leggermente alcalina, i muscoli si sentono meglio, più facilmente prendono il tono, la peristalsi migliora più rapidamente.

Per una leggera alcalinizzazione naturale utilizzare:
— clorofilla.

Proprietà utili della clorofilla liquida:
— Potenzia il sistema immunitario;
— Ripristina l’equilibrio acido-base;
— Aumenta l’energia e la vitalità;
— Мigliora la funzione cerebrale, la memoria e la concentrazione;
— Arresta la proliferazione di batteri nelle ferite, dei batteri anaerobici e dei funghi nell’intestino;
— Elimina l’odore sgradevole dalla bocca e riduce l’odore del corpo;
— Rimuove i residui dei farmaci, le tossine, disattiva molti agenti cancerogeni;
— Contrasta i danni da radiazioni;
— Previene il tumore;
— Arresta la carie e l’infiammazione delle gengive;
— Contrasta le seguenti malattie: raffreddore, mal di gola, tonsillite, piorrea, gengivite, ulcere dello stomaco e intestinali, varie infiammazioni della pelle, artrite, ecc .;
— Supporta e stimola il sistema ematopoietico, è coinvolto nella sintesi delle cellule del sangue;
— Contrasta la formazione di calcoli renali;
— Supporta il sistema nervoso, riduce il nervosismo;
— Promuove la riparazione dei tessuti e la guarigione rapida delle ferite;
— Mantiene la flora intestinale sana;
— Attiva l’azione degli enzimi coinvolti nella sintesi della vitamina K;
— Migliora la produzione di latte materno.

Come con tutte le altre malattie, più a lungo avete avuto la stitichezza, più tempo e sforzi sono necessari per risolverla. Purtroppo, tali funzioni dell’organismo come la masticazione, la digestione, la peristalsi intestinale, la sensibilità dei recettori anali, i regolatori psicosomatici che controllano lo svuotamento intestinale, non si riprendono così rapidamente. E anche per la microflora introdotta dall’esterno ci vuol del tempo.

Per aver un riferimento di quanto tempo ci vorrà, utilizzare la seguente formula:

Ci vogliono settimane = (Età / 10) + Numero di anni con costipazione.

Quindi, un paziente di 50 anni con una storia di stitichezza di 22 anni avrà bisogno di circa 27 settimane — (50/10) + 22 — per eliminare completamente la stitichezza.

Se un paziente assume regolarmente farmaci lassativi, il processo potrebbe richiedere più tempo.



X